Evento WSA 2016, Roma: una settimana dopo

Il nostro evento WSA 2016 Roma è terminato da una settimana e dopo giorni passati su keynote e pdf, è ora di bilanci.

Diversi gli argomenti affrontati, i dibattiti innescati, i profili dei partecipanti. Ma andiamo con ordine.

A dare il benvenuto il Ceo Roberto Filippini che ha inaugurato l’evento WSA 2016 partendo da alcuni dati statistici fondamentali per capire i cambiamenti in atto.

La tecnologia sta trasformando la nostra esperienza di utenti, sta cambiando il modo di interagire tra persone e tra persone e aziende. Quindi anche la comunicazione deve evolvere.

Gli utenti, sempre più esigenti, pretendono un servizio/prodotto a loro immagine e somiglianza, tutto quello che è inutile o che è troppo complicato, ostacola la “user friendly” creando distacco e facendo perdere “lead/vendite”.

Alle statistiche, sostenute da fonti autorevoli come Google e  Facebook, si sono alternati contenuti video, la cui fruizione “cinematografica” ha permesso un’immersione totale negli argomenti trattati. A partire dai cambiamenti della ricerca sui motori di ricerca fino ai trucchi per creare una campagna vincente su Google Adwords.

Il trend si sta spostando sulla funzione, sull’utilità, sulla motivazione che ha quel prodotto per l’utente e non sul prodotto in sé. Prendendo come esempio la parola scarpe, la ricerca sta virando su “scarpe per…scarpe da…scarpe che servono a….”.

Il passaggio da marketing tradizionale a web marketing è stato l’argomento relazionato da Rosario Raciti, account digital di Sunet, e che ha vivacizzato molto il dibattito soprattutto nella parte dedicata ai risultati di “penetrazione” da parte dei vari strumenti di web marketing.

Si sono messi a confronto i diversi social partendo da Facebook, dando una fotografia di Instagram fino a volare nel nido di twitter. Si sono analizzati i punti di forza e di debolezza di ognuno al fine di dimostrare a quali business siano più congeniali.

La parte dedicata all’importanza dei contenuti e alle strategie da usare con testo, foto e video, sui social e su facebook, è stata appannaggio di Antonella Nacci, content manager di Sunet.

Si sono esplorate le varie strategie di coinvolgimento da poter utilizzare entrando nel particolare dei singoli post attraverso case history e casi tipo per la gestione della “crisi” e del ” servizio post-vendita” . Frequenza, qualità, creatività, attualità, quale il content mix di successo? E quali i nuovi social tolls del futuro che avranno un peso specifico nella comunicazione online?

Dai super social alla rivoluzione delle App.

Questa la tematica di chiusura dell’evento WSA 2016 portata avanti dal Ceo Roberto Filippini. La App come prolungamento del  “punto vendita”, a stretto contatto ovunque si è con il proprio pubblico. Un grande strumento di fidelizzazione ma anche di promozione. Basti un dato, nel 2008 le App disponibili erano 50.

Nel 2015 sono diventate 1milione e mezzo e se ne continuano a scaricare 850 al secondo solo nell’Apple store.

Un finale ancora tutto aperto, tutto da scrivere che vede nello smartphone il presente e il futuro non solo dell’e-commerce ma di tutte le aziende che vogliono continuare a “esistere”, ad essere sempre più un “riferimento” per l’utente, a vincere la sfida dell’online.

Categorie: Eventi, Internet, Marketing, Mobile, Newsletter, Social Media e Web marketing.