Creare una campagna Google ADS

In questo articolo, potrete scoprire come realizzare una campagna Google ADS efficace e di successo.
In un mondo, del web e non soltanto, in continua evoluzione e cambiamento, rendersi visibili sugli utilizzatissimi e variegati strumenti che la tecnologia ci fornisce rappresenta senza dubbio un valore aggiunto.
SUNET ti spiega quindi come dare il via ad una campagna Google AdWords, fornendoti le basi per poter conoscere e sfruttare al meglio questa importante possibilità per sviluppare il tuo business.

Sommario

realizzare campagna google ads
  Google, il più utilizzato e diffuso motore di ricerca del web, rende disponibile la piattaforma Google ADS (in precedenza Google AdWords) attraverso la quale è possibile creare campagne pubblicitarie. Con queste campagne si potrà vendere prodotti, accrescere la conoscenza del nostro marchio (Brand Awareness) oppure trovare nuovi contatti e clienti. L’algoritmo di Google è di grande aiuto poichè garantisce che i risultati di ricerca appaiano in base alla rilevanza. E dal momento che gli utenti scelgono con maggiore frequenza gli annunci che trovano ai primi posti, attraverso Google Ads è possibile posizionare gli annunci in alto, al di sopra dei risultati organici. Ciò garantisce quindi visualizzazioni e clic. Insomma, Google ADS è senza dubbio uno strumento utilissimo per migliorare notevolmente il nostro business, e ci consente di farlo anche a costi contenuti, con un budget personalizzato e adatto anche alle piccole imprese.

Tre vantaggi di creare una campagna Google ADS

  1. Il Monitoraggio e Dati Statistici Google AdWords è disponibile per tutti con un accesso semplicissimo, e consente di monitorare continuativamente le nostre pubblicità su Google. Rispetto alle campagne tradizionali, offre dati statistici per capire come sta andando la nostra campagna e quali risultati porta. Fornisce dati dettagliati e completi come, per esempio, la tipologia di utenti che apprezza il nostro prodotto, la loro provenienza, gli orari del giorno in cui accedono e nei quali avvengono più conversioni. Tutte informazioni preziose che ci consentono di conoscere l’efficienza e l’efficacia della nostra campagna, permettendoci di intervenire prontamente su ogni suo aspetto. E sempre a proposito di monitoraggio, è di fondamentale importanza la corretta configurazione del monitoraggio per le conversioni, un aspetto molte volte trascurato ma fondamentale per dare misurabilità alla campagna.
  2. Visibilità e campagne stagionali/a tempo Con Google ADS serve soltanto il tempo dell’approvazione del nostro annuncio (poche ore) per diventare visibili sul web, a differenza di altri sistemi pubblicitari. Inoltre, c’è la possibilità di creare campagne stagionali ed offerte a tempo limitato, quindi per brevi periodi come festività, inizio anno scolastico e similari, per massimizzare gli sforzi e i risultati al momento più opportuno. E non va sottovalutato, sempre parlando di visibilità, il fatto che andremo ad intercettare persone che cercano quelle specifiche parole, un pubblico insomma già “caldo”, come si dice nel gergo del marketing, che verrà da noi da solo, non dovremo cercarlo. Aiuterà molto questo aspetto anche l’alta posizione nei risultati Google, soprattutto sui dispositivi mobili, che porterà clic e conversioni.
  3. Piena gestione del budget e controllo dei costi della campagna Attraverso Google ADS si ha la piena autonomia nella gestione del budget e delle spese. Zero rischi, nessuna sorpresa. Spenderete sempre solo ciò che deciderete di spendere.

Costi di una campagna Google ADS

Gli annunci Google AdWords vengono mostrati gratuitamente, si paga solo quando un utente fa clic su di essi.
Il sistema che stabilisce il costo dei clic funziona come un’asta dal vivo, nella quale il prezzo viene determinato a seconda della competizione presente per una specifica parola chiave.  Si parte da un minimo di 0,1 € per parola chiave fino ad arrivare anche svariati euro a seconda dei casi.
E’ quindi fondamentale, per orientarsi al meglio sulle spese, considerare il ROI, ovvero il ritorno dell’investimento. Attraverso il ROI, infatti, si può conoscere l’ammontare del valore delle vendite e delle conversioni ottenute grazie alle nostre spese su Google Ads, determinando se esse le giustifichino.
Le statistiche di Google sostengono che per 1 € speso in Google Ads ci sia un guadagno di 2 €. E rivelano anche che, proprio dai clic sugli annunci, provenga la maggior parte del fatturato annuo di Google. Ecco spiegato perché molte aziende importanti investono fortemente in Google ADS.

Di sicuro quindi è conveniente investire in Google Ads, strumento che funziona davvero bene e che permette alle aziende di farsi conoscere, a costi ragionevoli, da tantissimi potenziali clienti. Google AdWords può davvero fare la differenza per la crescita del business, ovviamente se abbinato ad un’offerta di valore per l’utente, alle più adeguate parole chiave, ad una corretta targetizzazione del pubblico di riferimento e ad una landing page studiata.
Quest’ultima è molto efficace se si punta ad ottenere contatti o se si vuole utilizzarla per fornire consulenza ai nostri utenti.
Per l’e-commerce, invece, le cose cambiano, poichè per vendere bisogna in quel caso linkare direttamente all’e-commerce e/o alla pagina prodotto del sito.

 

Realizzazione di una campagna Google ADS passo passo

Crea un account e scegli il budget

Inserire i propri dati personali, una mail di Gmail, il sito web da pubblicizzare e gli estremi di fatturazione.
Bisogna quindi determinare il budget della campagna, cosa che può essere fatta in modo dinamico decidendo anche la frequenza degli addebiti sulla carta o sul conto. L’investimento è assolutamente libero, è possibile anche a costi bassi ottenere un’alta visibilità.

Pianifica la campagna

Un Account Google ADS può contenere più di una campagna, è consigliato quindi decidere quali tipologie di campagne gestire con il proprio account. Se vogliamo gestire campagne Google ADS per dei clienti è preferibile creare un account dedicato a ciascuno, gestendole tutte dal Centro Clienti Google ADS.
E’ poi intelligente ed appropriato suddividere le campagne per singole tematiche.

I Gruppi di annunci

Attraverso i gruppi di annunci si struttura e divide la campagna in sottogruppi specifici sulla base del singolo prodotto o servizio. Volendo fare un esempio pratico, se vendiamo borse, la campagna principale sarà “borse” mentre i gruppi di annunci determineranno le diverse tipologie di borse “da donna”, “sportive” ecc…

Scelta del tipo di campagna nella Rete Google

Si può scegliere tra i seguenti tipi di campagna indirizzati a queste reti:

  • “Solo rete di ricerca” – Le inserzioni appariranno nei risultati di ricerca Google a seconda della compatibilità delle parole chiave digitate dall’utente. E’ una tipologia di campagna rivolta ad un pubblico già ben profilato, che già sa cosa vuole e probabilmente sarà quindi interessato al prodotto.
  • “Solo Rete Display” – Le inserzioni compaiono sulla rete display di Google. Permette di far apparire l’annuncio sui siti web correlati al nostro prodotto o azienda. Si tratta quindi di una pubblicità per intenzione, cioè all’interno dei siti della concorrenza o in url/video predefiniti. E’ una campagna ideale se abbiamo l’obiettivo di aumentare la visibilità del brand.
  • “Rete di ricerca con selezione Display” – Attraverso questa opzione, l’annuncio comparirà su entrambe le reti appena citate.
  • “Video” – Appariranno inserzioni pubblicitarie in formato video su Youtube o sulla rete video di Google. Consigliata a chi crea video professionali, poichè la qualità del contenuto è fondamentale. Se non si è in grado di realizzarne è da evitare.

Qualsiasi tipologia di campagnia scegliate, tenete sempre in considerazione la forza del remarketing, che è un modo efficace per intercettare le persone che hanno precedentemente interagito con il nostro sito web o con la nostra app per dispositivi mobili.
E’ infatti possibile posizionare strategicamente i nostri annunci in modo da renderli visibili a questi segmenti di pubblico mentre navigano in Google o nei siti web partner, contribuendo così ad aumentare la notorietà del brand o a ricordare a tali segmenti di pubblico di effettuare un acquisto lasciato in sospeso.

Ricerca delle parole chiave

Un strategia di parole chiave studiate ed adeguate determina più di qualunque altra cosa il successo di una campagna Google AdWords. Bisogna quindi capire cosa cercano gli utenti. Google aiuta in questo fornendo lo strumento per la pianificazione delle parole chiave di Google.
E’ bene ricordarsi anche delle parole chiave negative per definire meglio il traffico, escludendo alcune ricerche che potrebbero essere inappropriate per la campagna. Ad esempio, una ditta che vende abiti esclusivamente per donne dovrebbe escludere tutte le parole relative agli uomini, come “abbigliamento uomo” o “vestiti uomo”. Sempre tra queste parole da escludere, vi consigliamo di inserire “gratis”, “gratuito”, “pdf”, “download” e similari, perchè utilizzate da utenti che sono soliti fare clic (che quindi voi paghereste) semplicemente per informarsi, ma non per acquistare.

Cura dei testi degli annunci

I testi in Google ADS sono brevi, bisogna quindi catturare l’attenzione in modo sintetico, andando diritti al punto sul prodotto o sul servizio si vuole pubblicizzare. Il massimo numero di caratteri consentiti è 30 per i titoli e 90 per le descrizioni.
Per un messaggio efficace è importante ripetere le parole chiave della ricerca all’interno dei vari campi.
Altrettanto prioritario è motivare l’utente al clic con informazioni rilevanti e una buona call to action.

Utilizzo delle estensioni

Per completare al meglio la campagna pubblicitaria, è possibile aggiungere informazioni che ne chiariscano il focus.
Le estensioni più utilizzate sono:

  • App – Per sponsorizzare la propria applicazione.
  • Chiamate –  Per mostrare un numero di telefono. Estensione utilissima per facilitare, ad esempio, la chiamata per i servizi di emergenza come un idraulico, un fabbro, un pronto intervento di riparazione elettrodomestici ecc…
  • Località – Per evidenziare l’indirizzo dell’attività rendendola facilmente raggiungibile.
  • Recensioni –  Per visualizzare le recensioni e accrescere la reputazione sul web
  • Sitelink – Per linkare altre pagine web e costruire una rete di collegamenti.
  • Callout –  Per aggiungere dettagli sull’attività e dare quante più possibili informazioni ai potenziali nuovi clienti. Le callout, nello specifico, aiutano anche ad occupare molto più spazio di un annuncio normale. 

Considerare i diversi dispositivi e la ricerca vocale

Nel pianificare una campagna Google ADS è importante renderla accessibile a tutti i dispositivi. Con Google ADS è possibile usufruire di diverse funzionalità dedicate per ottimizzare le campagne per tutti i dispositivi mobili.

Ultimamente, infine, sta prendendo sempre più piede la ricerca vocale. Per intenderci, quella che permette il funzionamento completamente a voce di dispositivi come Google Home o Alexa, attivandosi al comando “Hey/Ok Google/Alexa”
In questo senso, sappiate che Google ha la chiara intenzione di inserire tale opzione anche sui dispositivi mobili, integrandola direttamente nella sua pagina web. Direttamente nella barra di ricerca apparirà, a breve, l’icona relativa alla ricerca vocale, permettendo così a tutti di effettuare ricerche con la sola voce.
Una novità interessante che è importante tenere in grande considerazione, viste le enormi possibilità di interazione e sviluppo.
Al momento, quest’implementazione è in versione BETA, eccone un’anteprima che mostra la nuova icona del microfono.

ricerca vocale google

Risultati di alcune campagne Google ADS di SUNET

Con un lavoro costante e minuzioso si possono ottenere contatti profilati ad un costo molto vantaggioso per le vendite con la massima resa dell’investimento.

Questo è il Performance marketing sviluppato da SUNET Google Partner Roma.

Campagne Google Ads

Altro esempio di risultati di alcune campagne Google ADS gestite da SUNET

Considera che un tasso di conversione standard varia dal 2 al 5% e l’obiettivo richiesto era di avere un costo conversione sotto i 12 €.

Risultati campagna Google Ads - Google Adwords

Altri articoli interessanti sulle campagne di marketing online

Se questo articolo ti è piaciuto, vogliamo suggerirti altri nostri contenuti riguardanti le campagne online, certi che potranno esserti utili:

SUNET è una digital agency con sede a Roma premiata tra le 40 agenzie Top nel programma Google Elevator e Google Partner certificata, con esperienza ventennale sul web e ben 7 certificazioni Google.

Sei alla ricerca di un partner per far decollare il tuo business online? Scegli l’esperienza e l’affidabilità di Sunet!

Pianifica con noi la tua strategia, e raggiungi tutti i tuoi obiettivi.

Contattaci e chiedici un preventivo gratuito o un appuntamento.